La Corale “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Carpi (MO) è stata fondata nel 1987 dalla Direttrice, Maestra Luisa Cavazzoli Lugli e da un gruppo di cantori di provata esperienza, animati da grande passione ed entusiasmo.

Attualmente, la Corale è composta di circa trenta elementi, suddivisi nelle classiche sezioni di soprano, contralto, tenore, basso.

Scopo della Corale è principalmente la ricerca d’archivio, la conservazione e l’esecuzione di brani tratti dal patrimonio musicale del territorio, per rivalutare e far conoscere i compositori locali, attraverso rassegne, concerti, manifestazioni culturali. Ricerche dagli archivi del Seminario Vescovile e studi particolarmente approfonditi sono stati svolti sulle opere dei musicisti carpigiani e modenesi, Maestri Giuseppe Savani, Francesco Gandolfi, Don Corrado Gamberini, Alfredo Pezzetti, Erio Silvestri, Mario Lugli, Orazio Vecchi, per citare solo i più noti.

La Corale ha partecipato, più volte, a rievocazioni storiche, organizzate durante la festa del Patrono di Carpi – 20 maggio – presentandosi in preziosi abiti rinascimentali, realizzati e ricamati da artisti appartenenti alle sezioni del coro, previo accurato studio degli affreschi della cappella del Castello dei Pio in Carpi.

La Corale, tuttavia, non propone solo musica di autori locali, ma ha acquisito un vasto repertorio di autori classici di ispirazione sacra, religiosa e profana, che spazia dalla musica polifonica del Cinquecento – propria dell’autore Giovanni PierLuigi da Palestrina – fino alla musica lirica del melodramma italiano: presenta, pertanto, concerti con musiche di Perosi, Vivaldi, Mozart, Bach, Schubert, Pachelbel, Beethoven, Haendel, Puccini, Donizetti, Verdi, Mascagni e partecipa a numerose, qualificanti manifestazioni, varcando i confini regionali.

Fin dalla sua fondazione, il Coro esegue la “Desolazione di Maria Santissima” del carpigiano Giuseppe Savani (1855 – 1920): Organista e Maestro di Cappella della Cattedrale, Savani si distinse come maestro concertatore, istruttore e direttore di cori lirici, durante la stagione operistica del Teatro di Carpi.

La composizione di Savani consta di cinque mottetti sacri, per solisti, coro, archi e organo: si avverte nella musica, ricca di intense emozioni, appassionate e struggenti, l’influenza del melodramma di fine ottocento, che porta l’ascoltatore a un crescendo avvincente di commozione; viene celebrato, infatti, il dolore di Maria, di fronte alla morte e sepoltura del figlio Gesù. Il Coro continua la tradizione pasquale di questa esecuzione, che iniziò, sotto la direzione dell’autore, il Sabato Santo del lontano aprile 1889 e, da allora, il concerto si è ripetuto ogni anno, senza interruzione, salvo – forse – una sospensione negli anni di guerra, che si può presumere, ma non è documentata.

Il concerto, dunque, segna un atteso appuntamento per la città di Carpi e un punto d’onore, per la Corale Palestrina, poterne continuare, ancora oggi, la tradizione musicale; nel Sabato Santo dell’aprile 2014, la Corale ha eseguito la “Desolazione di Maria Santissima” nella ricorrenza del 125° anno dalla prima esecuzione dell’autore.

Il M° Andrea Beltrami, l’attuale Direttore della Corale Palestrina, ha raccolto, dopo appassionate e coinvolgenti ricerche d’archivio, tutte le notizie documentate sulla vita e sulle opere di Giuseppe Savani.

Nel 2005, la Corale ha organizzato le celebrazioni per il 150° anniversario dalla nascita di Giuseppe Savani (1855), inaugurate con il Concerto di apertura del 27 settembre 2005 e proseguite con la Rassegna corale “Il Tempo di Savani” e “La Desolazione di Maria SS.” del 2006. A conclusione delle celebrazioni, la Corale Palestrina ha curato la stampa degli “Atti del Convegno” sulla figura di Giuseppe Savani e ha pubblicato un volume della sua biografia, curato dal Direttore Andrea Beltrami e sponsorizzato da un imprenditore carpigiano. A corredo del testo scritto, sono inserite le fotografie dell’epoca di Savani e il DVD del concerto 2006, tenutosi per la presentazione del libro.

Nel corso degli anni, l’accompagnamento musicale ai brani corali è stato affidato a diversi musicisti e strumentisti di prestigio e a un organico orchestrale, per cui è stato possibile raggiungere momenti di elevata qualità esecutiva, singolarmente o in formazione di “Ensamble”: dapprima, all’organo e al pianoforte, si sono alternate la stessa fondatrice Maestra Luisa Cavazzoli e la Maestra Edda Pavarotti; attualmente, la Corale si avvale della maestra Elena Cattini, al pianoforte e all’organo.

Nei concerti tenutisi dal 1989 a oggi, hanno partecipato, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i professionisti: Paolo Andreoli e Carlo Guaitoli, pianoforte; Stefano Pagliani, violino primo (già violino di spalla nell’Orchestra di Riccardo Muti); Carlo Menozzi, Rocco Malagoli, Marco Ferri, Paolo Mora, Chiara Serati, violini primi; Davide Dondi, Federica Vercalli, violini secondi; Gian Paolo Ferrari e Francesco Moi, organo; Andrea Maini ed Erica Alberti, viola; Enrico Ferri e Cristiano Sacchi, violoncello; Paolo Taddia, contrabbasso; Paolo Nardi, oboe; Anita Garriot, clarinetto; Davide Burani, arpa; Luigi Verrini, chitarra.

La Palestrina ha avuto l’onore di annoverare, tra i cantanti solisti che hanno affiancato il coro, nomi di fama internazionale, presi dal melodramma:

Negli anni 1993-1998, Anna Simboli, soprano; Martino Laterza, tenore; Gianluca Ricci, baritono; Christian Ricci, tenore (con il quale è stato inciso un CD, nel 1997); Alessandro civili, baritono; Riccardo Ferrari, basso, di Carpi; Leo Nucci, baritono; Tino Cecchele, tenore;

Negli anni 2002-2008, Marco Camastra, baritono; Sara Fiorelli, soprano; Michele Pertusi, basso; Claudio Barbieri, tenore; Serena Daolio, soprano (di Carpi); Giuseppe Altomare, baritono; Raina Kabaivanska, soprano; Antonio Corianò, tenore; Alessandro Busi, baritono;

Negli anni 2010 – 2014, Daniela Zerbinati, soprano; Ione Iori, contralto; Carlo Ventre, tenore; Danilo Formaggia, tenore; Donato Di Gioia, baritono; Alessandro Civili, baritono.

La Palestrina, inoltre, ha collaborato con le scuole di canto di Raina Kabaivanska, Mirella Freni e i circoli musicali “Luciano Pavarotti ” di Carpi e “Giuseppe Verdi” (ex-sede a Rovereto di Novi, ora a Carpi); una particolare sintonìa ha unito la Corale Palestrina alla “Schola Cantorum Regina Nivis” di Carpi, diretta dalla Maestra Tiziana Santini e ha consolidato, con un sodalizio canoro, una collaborazione reciproca, che continua ancora oggi.

Molto apprezzati dal pubblico sono i concerti “a tema”, come (ad esempio) quelli di Natale, che sono diventati una piacevole consuetudine locale.

La Corale ha cantato a Roncole-Verdi nel 2003 e, nello stesso anno, ha condiviso uno spettacolo teatrale con Ivana Monti.

In occasione del Concorso per Canto corale, organizzato fra tutti i cori associati all’A.E.R.C.O., a Lugo di Romagna, il 26 maggio 2006, la Palestrina si è classificata seconda.

Nel 2010, una nuova esperienza di canto ha visto la Corale nel Pantheon di Roma, in occasione della celebrazione dei 1400 anni dalla dedicazione.

Importante e gratificante è stata la collaborazione, dal 2009 al 2012, con il Coro Polifonico Beato Jacopo da Varagine, diretto dal Maestro Giovanni Musso, con il quale la Corale ha cantato nel Teatro di Carpi e nelle manifestazioni “Varazze è lirica”, tenutesi nella Collegiata di S. Ambrogio a Varazze (Savona).